Il Quadro comune di riferimento per la conoscenza delle lingue (QCER) è un sistema descrittivo riconosciuto internazionalmente per valutare le capacità linguistiche. Il QCER è accettato in tutta Europa ed è sempre più comune nel resto del mondo. L' EF SET è al momento l'unico esame standardizzato di inglese che valuta con accuratezza i vari livelli di padronanza della lingua, da principiante ad esperto, in allineamento con il QCER. Altri esami standardizzati di inglese sono in grado di valutare alcuni livelli di padronanza linguistica, ma senza la completezza del QCER.

Valutazione di Inglese Veloce Certificato di Inglese Ufficiale

Cosa è il QCER?

Il QCER è un sistema organizzato per descrivere a che livello si parla e si comprende una lingua straniera. Ci sono altre scale standard aventi la stessa finalità, come le Linee Guida dell'American Council per l'Insegnamento delle Lingue Straniere (ACTFL), il Canadian Language Benchmarks (CLB) e l'Interagency Language Roundtable scale (ILR). Il QCER non è connesso con nessun test di lingue specifico.

Il QCER si basa su una scala europea ed è stato progettato specificatamente per l'applicazione alle lingue europee, perciò può essere usato per descrivere ogni competenza linguistica, che sia in inglese, in tedesco o in estone. Il QCER offre sei livelli di padronanza di una lingua straniera e l'EF SET ci si conforma nel modo seguente:

Livello CEFR

Descrizione del Livello

Livello EF SET

A1

Principiante

1 - 30

A2

Elementare

31 - 40

B1

Intermedio

41 - 50

B2

Intermedio Avanzato

51 - 60

C1

Avanzato

61 - 70

C2

Competente

71 - 100

Come è nato il QCER?

Il QCER è stato messo a punto dal Consiglio Europeo all'inizio degli anni '90 al fine di promuovere su larga scala la collaborazione tra gli insegnanti di lingua in tutti i paesi europei. Il Consiglio Europeo ha voluto anche migliorare e chiarire i criteri di valutazione per i datori di lavoro e le istituzioni educative che hanno la necessità di valutare la padronanza linguistica dei loro candidati. Il QCER è destinato ad essere utilizzato sia nell'insegnamento che nella valutazione linguistica.

Invece di essere collegato ad uno specifico esame, il QCER consiste in una raccolta di dichiarazioni del tipo 'In grado di...' che elenca le varie funzioni che lo studente sarà in grado di fare usando una lingua straniera ai vari livelli di competenza. Per esempio, una delle dichiarazioni 'In grado di...' al livello B1 è la seguente: “(Lo studente) è in grado di comporre dei testi semplici interconnessi su argomenti che sono familiari o di interesse personale.” Ogni insegnante di lingua straniera può utilizzare queste dichiarazioni per valutare il vostro lavoro e pianificare lezioni di lingua per colmare le lacune nella vostra conoscenza della lingua.

Chi usa il QCER?

Il QCER viene usato estensivamente nell'insegnamento delle lingue straniere in Europa, sia nel settore dell'educazione pubblica sia nelle scuole private. In molti paesi, il QCER ha rimpiazzato altri sistemi precedentemente usati nella valutazione dell'insegnamento delle lingue straniere. La maggior parte dei ministeri per l'educazione in Europa utilizzano un sistema esplicitamente basato sul QCER per stabilire il livello ottimale di conoscenza della lingua per gli studenti che concludono le scuole secondarie, per esempio B2 nella prima lingua straniera studiata, B1 nella seconda, etc. Per coloro in cerca di un impiego, molti cittadini europei utilizzano un punteggio standardizzato, come il TOEIC, per descrivere la loro conoscenza dell'inglese.

L'adozione del QCER è considerevolmente ridotta fuori dai confini europei, sebbene alcuni paesi in Asia e America Latina hanno deciso di utilizzare il QCER nel loro sistema educativo.

Perchè il QCER è importante?

In Europa, il QCER rappresenta sempre più spesso lo standard per indicare il livello di padronanza linguistica in una lingua straniera, soprattutto in ambienti accademici. Se avete studiato più di una lingua, come è il caso per la maggior parte dei cittadini europei, il QCER è un metodo semplice e conveniente, già standardizzato, per presentare due o più lingue nel vostro CV. A scuola o all'università, il QCER rappresenta lo standard in tutta Europa e può essere usato senza riserve.

Tuttavia, in ambiente professionale, il QCER non è ancora recepito in pieno. Se decidete di usare il QCER nel vostro CV per motivi professionali, è buona norma includere anche una descrizione del livello acquisito, il punteggio ottenuto nei test standardizzato, ed alcuni esempi di situazioni in cui vi siete trovati ad utilizzare le vostre abilità linguistiche (vacanze all'estero, lavoro in altri paesi, etc).

Come posso sapere qual è il mio livello nella scala QCER?

Il modo migliore di scoprire a che livello siete nella scala QCER è quello di fare un test standardizzato concepito per questo scopo. In inglese, la scelta migliore è l'EF SET, perchè è disponibile gratuitamente su internet ed è il primo test allineato con il QCER. Per scoprire il vostro livello sulla scala QCER, dedicate 50 minuti al completamento del test.

Allo stesso modo, per conoscere il vostro livello sulla scala QCER in un'altra lingua europea che non sia l'inglese, dovrete fare un test e la maggior parte dei test standardizzati è allineata con il QCER. A seconda della lingua, dovrete fare un test specifico. Confermate di quale test si tratta controllando con l'organismo ufficiale didattico per la lingua che vi interessa in Europa, per esempio, l'Alleanza Francese per il francese, l'Istituto Cervantes per lo spagnolo, oppure il Goethe Institute per il tedesco. Di norma, non si usano i livelli QCER per descrivere il vostro livello di padronanza in una lingua non europea.

Quali critiche sono state fatte al QCER?

Molti pedagogisti hanno inizialmente criticato il QCER a causa del raggio troppo vasto dei suoi livelli. Infatti, ciascuno dei sei livelli include un lungo elenco di abilità e capacità. Uno studente che ha appena raggiunto il livello B1 si trova considerabilmente indietro rispetto ad uno studente che ha quasi completato tutti i requisiti necessari per passare al livello B2, ma entrambi gli studenti vengono considerati allo stesso livello, cioè B1. Da un punto di vista pratico, gli insegnanti devono suddividere ognuno dei sei livelli in sotto-livelli minori, per pianificare le lezioni e relativi esercizi.

Molti paesi non europei hanno già dei sistemi di valutazione per le varie lingue. Questi paesi non hanno ritenuto opportuno adottare un sistema di valutazione diverso da quello già utilizzato. In particolare, i loro sistemi standardizzati di valutazione della conoscenza linguistica dell'inglese più comuni, non sono allineati con il QCER.